VHP: la procedura con perossido di idrogeno. L’eccellenza nella decontaminazione

Una delle soluzioni più efficaci e avanzate per la decontaminazione è la procedura con perossido di idrogeno (VHP). Questo metodo si distingue per la sua efficacia, versatilità e capacità di eliminare un’ampia gamma di contaminanti microbiologici.
Esploriamo in dettaglio questa modalità operativa, le sue applicazioni e i vantaggi rispetto ad altri metodi di decontaminazione.

Cos’è la procedura con perossido di idrogeno (VHP)?

La procedura con perossido di idrogeno (VHP) è una tecnica di decontaminazione che utilizza vapori di perossido di idrogeno per sterilizzare superfici e ambienti. Il nostro sistema POSS, rappresentando un’evoluzione di questo sistema, non usa vapori perché non ha necessità di scaldare e vaporizzare il perossido, ma una moderna tecnologia a freddo che si basa su ultrasuoni.
Il VHP è particolarmente efficace contro una vasta gamma di microrganismi, inclusi batteri, virus, funghi e spore. Questa tecnologia è ampiamente utilizzata nel settore farmaceutico per garantire ambienti sterili e sicuri.

Principi di funzionamento

Nella classica modalità, il perossido di idrogeno viene vaporizzato e distribuito uniformemente nell’area da decontaminare. I vapori penetrano nelle superfici e negli interstizi, distruggendo i microrganismi attraverso l’ossidazione delle loro membrane cellulari, proteine e DNA.
Nello specifico i due passaggi principali riguardano il momento in cui il perossido di idrogeno liquido viene convertito in vapore mediante un generatore di VHP e quello in cui il vapore viene distribuito nell’ambiente attraverso un sistema di ventilazione controllato.
 
Il nostro sistema POSS sfrutta invece le proprietà ossidanti del perossido di idrogeno, attraverso una procedura a freddo, mediante ultrasuoni.
Rispetto alla tradizionale tecnologia VHP non ha necessità di un sistema di ventilazione poiché il perossido generato si comparta come un gas e va a saturare totalmente ogni punto dell’area, eliminando la possibilità di creare punti ciechi.
Questa evoluzione rende tutto molto più semplice, oltre che più efficace.  

Il VHP è in grado di raggiungere e decontaminare superfici complesse e aree difficili da raggiungere e tale procedura è efficace contro un’ampia gamma di patogeni, compresi quelli resistenti ad altri metodi di decontaminazione.

I vantaggi del VHP

Possiamo delineare una serie di vantaggi particolarmente rilevanti che derivano dall’utilizzo di questa procedura e suddividerli in specifiche aree:

Efficacia
La capacità di penetrare in superfici complesse e uccidere una vasta gamma di microrganismi, rende il VHP una scelta eccellente per le camere bianche e altri ambienti critici.
È efficace contro batteri, virus, funghi e spore e rimuove biofilm e altri contaminanti persistenti.

Sicurezza
Il VHP è sicuro sia per l’ambiente che per il personale. Dopo il ciclo di decontaminazione, il perossido di idrogeno si decompone in acqua e ossigeno, eliminando il rischio di residui tossici.
La maggior parte dei sistemi presenti sul mercato utilizza perossido di idrogeno ad alta concentrazione, tra il 25% ed il 40%. Noi utilizziamo perossido al 7.5%, che garantisce maggiore sicurezza con la stessa efficacia.

Versatilità
La procedura con perossido di idrogeno può essere utilizzata per decontaminare una estrema varietà di superfici e ambienti, inclusi strumenti, apparecchiature, camere bianche e sistemi HVAC.

Efficienza
Il VHP è un metodo rapido e efficace. I cicli di decontaminazione sono brevi, riducendo i tempi di inattività e aumentando l’efficienza operativa.

Possibili applicazioni

In quali casi la procedura con perossido di idrogeno rappresenta uno strumento altamente efficiente?

  1. Camere Bianche
    Le camere bianche nel settore farmaceutico devono mantenere livelli di contaminazione estremamente bassi. Il VHP è ideale per la decontaminazione di queste aree, garantendo che le condizioni sterili siano mantenute.
     È possibile infatti impostare cicli di decontaminazione regolari per mantenere ambienti sterili e prevenire la contaminazione incrociata.
  2. Apparecchiature e strumenti
    Le apparecchiature e gli strumenti utilizzati nella produzione farmaceutica devono essere decontaminati regolarmente. Il VHP è efficace per questo scopo, anche in caso di superfici complesse e strumenti delicati perché riesce a penetrare in aree difficili da raggiungere.
  3. Sistemi HVAC
    I sistemi di ventilazione e condizionamento dell’aria (HVAC) possono essere una fonte di contaminazione se non si effettuano regolarmente della procedura ad hoc. Il VHP può essere utilizzato per decontaminare questi sistemi, garantendo un flusso d’aria pulito e sicuro, rimuovendo microrganismi e contaminanti dall’aria.
  4. Biocontenimento
    In laboratori di biosicurezza e impianti di biocontenimento, il VHP è utilizzato per garantire che non ci siano fuoriuscite di agenti patogeni. Questo è cruciale per la sicurezza del personale e per prevenire la diffusione di malattie.

Resta al passo con la nostra newsletter

Lavora con noi

Siamo alla ricerca di talenti per contribuire al nostro successo. Porta la tua esperienza da noi.