Procedura di taratura degli strumenti di misura: i certificati

Il processo di taratura di strumenti e campioni, ovvero il confronto con campioni di riferimento secondo procedure standardizzate che garantiscono qualità e sicurezza, è accompagnato da documenti che ne certificano la conformità alle norme. La taratura è una tipologia di caratterizzazione che ha come scopo la definizione delle caratteristiche metrologiche di uno strumento di misura. Della differenza tra calibratura e taratura abbiamo parlato in un altro nostro articolo, qui invece, ci interessa guidarti nel mondo della certificazione e dei vantaggi da essa scaturenti.

Il rapporto di taratura degli strumenti di misura

Il rapporto di taratura è quel documento che viene consegnato insieme allo strumento su cui è stata eseguita la taratura. Esso è in grado di assicurare la riferibilità di misura dello strumento ai campioni nazionali ed attesta che gli strumenti possono essere utilizzati per il normale controllo del processo produttivo.

Certificato di taratura degli strumenti di misura

Il Certificato di Taratura è un documento emesso da un Laboratorio accreditato (LAT) da Accredia (l’Ente Italiano di Accreditamento), conforme ai requisiti della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 (Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura). Accredia garantisce la conformità attraverso l’approvazione delle procedure tecniche del Laboratorio, le visite ispettive periodiche, il monitoraggio della pianificazione e l’esecuzione dei confronti interlaboratorio (ILC) con relativo esito.

La validità certificato di taratura Accredia strumenti di misura

Il cliente che abbina a un proprio campione o strumento di misura un Certificato di Taratura emesso da un Laboratorio accreditato non ha nessun onere ulteriore per dimostrare a terze parti che il servizio metrologico è stato svolto in conformità a quanto previsto dalla norma EN ISO/IEC 17025. Il Certificato garantisce, inoltre, la riferibilità dei risultati in esso contenuti.

I vantaggi della taratura certificata Accredia

  • Il certificato Accredia ha valore legale perché rilasciato dal laboratorio accreditato in base ai decreti istitutivi del sistema nazionale di taratura italiana;
  • La taratura Accredia ha riconoscimento internazionale, in quanto Accredia è firmatario degli accordi di mutuo riconoscimento internazionale EA, IAF e ILAC;
  • L’accreditamento ISO 17025:2018 Accredia riconosce la competenza nella taratura dei contatori ottici particellari secondo la norma sopracitata, quindi garantisce la conformità della taratura;
  • Il certificato di taratura attesta che il fornitore ha assolto tutti gli obblighi previsti per immettere sul mercato un bene o un servizio affidabile e di qualità, secondo standard riconosciuti a livello internazionale. Il certificato è quindi anche uno strumento contro le ispezioni;
  • Il consumatore può fidarsi dei prodotti e dei servizi certificati e testati dagli organismi e dai laboratori accreditati, perché soddisfano stringenti requisiti di qualità e di sicurezza, e riducono i rischi associati al consumo. Questo porta ad un incremento della fiducia aziendale.

Come ottenere il certificato di taratura, anche On Site

Grazie alla nostra compartecipata Altiorlab, laboratorio Accredia certificato UNI ISO 17025:2018, siamo gli unici a fornire dichiarazioni di conformità alla ISO 21501-4:2018, così come indicato dalla ISO 14644-1:2015 (Annex A) per i contatori di particelle. Siamo, inoltre, gli unici a fornire un servizio di taratura On Site attraverso i nostri laboratori mobili REDIGO direttamente presso la sede del cliente.

Contattaci per richiedere la tua taratura certificata Accredia e richiedi il servizio REDIGO.